Banca dati

Che cos'è un database?

Il database è un insieme di informazioni tra loro correlate, che vengono archiviate e organizzate in modo sistematico per facilitarne la conservazione, la ricerca e l'utilizzo. In inglese è conosciuto come Banca dati.

I database si sono evoluti dopo i progressi informatici ed elettronici che sono passati da un sistema analogico a un sistema digitale caratterizzato dalla memorizzazione di una grande quantità di informazioni che possono essere utilizzate rapidamente e facilmente.

L'obiettivo delle banche dati è facilitare l'uso e l'accesso alle informazioni, quindi sono ampiamente utilizzate nei settori aziendale, pubblico e scientifico, nonché nelle biblioteche, tra gli altri.

Allo stesso modo, sono stati creati sistemi che gestiscono database al fine di migliorare le loro operazioni noti come Database Management Systems o DBMS per il suo acronimo in inglese (Sistemi di gestione di database), che consentono di archiviare le informazioni in modo più rapido e sicuro.

Tipi di database

Sono stati creati diversi database in modo che persone, aziende o organizzazioni pubbliche e private possano archiviare le informazioni in modo rapido e semplice.

I diversi tipi di database possono essere classificati in base alla loro utilità, all'area di applicazione, tra gli altri. Di seguito sono elencate le principali tipologie di database.

A causa della variabilità

  • Database statici: sono quelli che vengono utilizzati solo per leggere o consultare informazioni, che non possono essere modificati. In genere, sono i dati storici che vengono utilizzati per eseguire analisi di informazioni specifiche, quindi è tipico della business intelligence.
  • Banche dati dinamiche: si tratta di banche dati consultabili e aggiornabili in base alle esigenze che si presentano.

Per il suo contenuto

  • Database bibliografico: contengono i dati principali di una pubblicazione.Pertanto, contengono solo informazioni sul nome dell'autore o degli autori, data di pubblicazione, titolo, editore, numero di edizione, area di studio o argomento, tra gli altri. In alcuni casi può includere un riassunto della pubblicazione.
  • Database full-text: sono quelle banche dati che conservano integralmente le fonti primarie di documenti o testi, soprattutto se di natura storica, scientifica o documentaria.
  • Elenchi: questi sono i database in cui sono registrati numeri di telefono, indirizzi e-mail, informazioni di fatturazione, codici, tra gli altri. Questi database sono ampiamente utilizzati nelle aziende, al fine di registrare informazioni sui propri dipendenti, clienti, fornitori, tra gli altri. L'esempio più comune sono gli elenchi telefonici.
  • Database specializzati: sono quelli che vengono utilizzati in vari ambiti che hanno un pubblico specifico e che sono costruiti per soddisfare una specifica esigenza. Sono utilizzati nei settori della biologia, della chimica, della medicina, tra gli altri.

Per la gestione dei dati

  • Database gerarchici: in questi viene archiviato un grande volume di informazioni che viene organizzato in base al suo livello di importanza e ai dati condivisi. Parte dei più importanti per i dati supplementari. Il suo più grande difetto è la ripetizione dei dati.
  • Database di rete: è quello che contiene una serie di dati registrati e collegati tra loro. È ampiamente utilizzato dai programmatori.
  • Database transazionali: il loro scopo è raccogliere e recuperare rapidamente i dati. Sono generalmente utilizzati per eseguire analisi di qualità, raccogliere dati di produzione, effettuare bonifici bancari, tra gli altri.
  • Database relazionali: utilizzati per rappresentare problemi reali e gestire dinamicamente i dati. Il suo obiettivo è mettere in relazione i dati in vari modi ed è in grado di recuperare i dati tramite query di informazioni.
  • Database multidimensionali: consentono lo sviluppo di applicazioni specifiche. Le tabelle che compongono questi database possono essere tabelle o metriche.
  • Banche dati documentali: servono per archiviare una grande quantità di informazioni complete e per effettuare ricerche più rapide ed efficaci.

Esempi di database

Alcuni esempi di database sono:

  • Biblioteche pubbliche: sono spazi in cui vengono utilizzate banche dati, generalmente gestite dai bibliotecari, per registrare le informazioni principali dei libri, riviste, giornali e altre pubblicazioni di cui dispongono, nonché i loro prestiti e la circolazione tra gli utenti.
  • Anamnesi: banche dati destinate a registrare informazioni specifiche sullo stato di salute dei pazienti, ovvero anamnesi, trattamenti, analisi, tra gli altri.
  • Payroll: database generalmente utilizzati nelle aziende per registrare le informazioni dei dipendenti relative alle posizioni assegnate e agli stipendi.
  • Sistemi di contabilità: si tratta di banche dati in cui vengono registrate informazioni sull'attività contabile delle aziende, sulla gestione dei conti, tra le altre, al fine di mantenere le informazioni in modo ordinato e rapido per accedere.
  • File personali: si riferisce al modo di organizzare e archiviare il contenuto che è servito come base per un'indagine o un lavoro intellettuale, al fine di proteggere le fonti di informazione primarie e secondarie.
  • Sistema finanziario: si tratta di database che le banche utilizzano per gestire in modo sicuro le informazioni dei propri clienti e le movimentazioni finanziarie che effettuano.
Tags.:  Scienza Espressioni-In-Inglesi Tecnologia-E-Innovazione