Significato del contratto sociale

Cos'è un contratto sociale:

È noto come contratto sociale quello che i cittadini sottoscrivono implicitamente con lo Stato una volta che decidono di vivere in una società regolata da quest'ultimo.

Il contratto sociale è un termine coniato per la prima volta dal filosofo Jean-Jacques Rousseau (1712-1778) nella sua opera Il contratto sociale: ovvero i principi del diritto politico pubblicato nel 1762.

Per Rousseau, il contratto sociale è una conciliazione tra natura e cultura dove la volontà generale si esprime nella forma dell'interesse sociale e del bene comune e non solo una totalizzazione numerica maggioritaria di volontà particolari, interessi egoistici e privati. Rousseau afferma nell'ultimo dei quattro libri che compongono quest'opera che essa è la manifestazione della volontà generale e sociale di pubblica utilità ove emana l'unica e legittima autorità dello Stato.

Le clausole del contratto sociale sono costituite dai diritti e doveri degli individui, dove più diritti maggiori sono i doveri. Rousseau giustifica l'abbandono delle libertà dei cittadini allo Stato in cambio del fatto che lo Stato garantisca un ordine. Questa giustificazione è supportata dal pensiero del filosofo Thomas Hobbes.

Il pensiero di Rousseau fu importante per la maturazione dei concetti che catalizzarono la Rivoluzione francese (1789-1799) con il motto “Uguaglianza, libertà e fraternità”.

Vedi anche Che cos'è un contratto?

Esempi di contratto sociale

Le forme che assume il contratto sociale in una società sono, ad esempio, i referendum che, in quanto meccanismo di partecipazione dei cittadini attraverso il suffragio, influiscono su una decisione del governo. Il diritto dei cittadini ad essere consultati nelle decisioni dello Stato si contrappone al loro dovere di voto.

Le misure per garantire i diritti umani e l'uguaglianza nella società fanno parte dei doveri dello Stato nei confronti del contratto sociale con i suoi cittadini.

Tags.:  Religione-And-Spiritualità Scienza Detti E Proverbi