Significato dei cromoplasti

Cosa sono i cromoplasti:

I cromoplasti sono plastidi o plastidi maturi della cellula vegetale che immagazzinano pigmenti fotosintetici secondari e riserve nutritive.

I cromoplasti sono caratterizzati dal contenere i pigmenti che conferiscono ai fiori e ai frutti delle piante i colori giallo, arancione, rosso o viola, la cui funzione è l'applicazione di una risorsa per attirare animali e insetti per disperdere i loro semi.

I cromoplasti non hanno forma definita, organizzazione interna o struttura. Nella forma possono essere allungate, lobate o sferoidali. In relazione alla sua organizzazione interna, tutti i suoi elementi, come ribosomi e pigmenti, nuotano liberamente attraverso lo stroma. Infine, la sua struttura è definita solo da una membrana interna, una membrana esterna e stromuli (tubi pieni di stroma).

I cromoplasti provengono da qualsiasi altro tipo di plastidi. Ad esempio, quando i cloroplasti perdono la clorofilla in autunno, il colore rosso-arancio delle foglie è dovuto al fatto che si trasformano in cromoplasti.

I pigmenti che accumulano i cromoplasti sono di 2 tipi:

  • Pigmenti carotenoidi idrogenati (C40H56): come il ß-carotene che conferisce alla carota il colore arancione e il licopene che conferisce al pomodoro il colore rosso.
  • Pigmenti carotenoidi ossigenati (C40H55O2): come la xantofilla che conferisce ai chicchi di mais il loro colore giallo.

Vedi di più su: Pigmento.

Cromoplasti e cloroplasti

Cromoplasti e cloroplasti sono plasti o plastidi maturi che si trovano nelle cellule vegetali.

I cromoplasti sono responsabili della pigmentazione rossa, gialla e viola di fiori e frutti, mentre i cloroplasti sono responsabili della fotosintesi perché contengono clorofilla, che a sua volta conferisce il colore verde alle foglie.

Tags.:  Scienza Religione-And-Spiritualità Espressioni-In-Inglesi