Significato di espulsione

Cos'è l'espulsione:

L'espulsione è intesa come l'azione di espellere, cioè di portare fuori qualcuno o qualcosa.

Deriva dal termine latino io espellerò, composto dal prefisso ex, che significa "esteriore", e la coniugazione del verbo pellere, che significa "lanciare, spingere o spingere".

Socialmente, l'espulsione è una sanzione che si applica al soggetto che ha violato il contratto o il patto sociale e che consiste nell'allontanarlo dal gruppo cui appartiene definitivamente, qualunque ne sia la natura.

Il termine è generalmente utilizzato in vari contesti e implica diversi gradi di gravità a seconda di essi. Pertanto, un'espulsione può essere effettuata in ambito politico, giuridico, scientifico, sportivo, scolastico e istituzionale, tra gli altri.

Pertanto, la parola espulsione è solitamente correlata a termini come estrazione, eliminazione, estradizione, esilio, esilio, deportazione, licenziamento, licenziamento o rovesciamento.

Espulsione in ambito giuridico-politico

In ambito giuridico-politico, l'espulsione viene applicata nei confronti degli stranieri per diversi fattori. Dal punto di vista giuridico, le giustificazioni per l'espulsione di uno straniero sono solitamente tre: 1) non essere in possesso di documenti di soggiorno; 2) aver commesso un reato punibile con l'espulsione e 3) cospirazione contro il governo del Paese ospitante.

Tuttavia, ci sono state molte occasioni nella storia in cui l'espulsione degli stranieri è stata collegata all'intolleranza, al razzismo e alla xenofobia, a volte mascherate da giustificazioni legali, sociali, religiose o economiche. Un esempio è il caso dell'espulsione di ebrei e mori dalla penisola iberica nel XV secolo.

Espulsione nello sport

Per quanto riguarda lo sport, il comportamento antisportivo, il mancato rispetto delle regole del gioco e il mancato rispetto delle regole disciplinari della squadra possono comportare l'espulsione del giocatore. Esempio: "A causa del suo comportamento antisportivo, ha dovuto essere espulso dalla squadra".

Espulsione nell'istruzione

Lo stesso avviene anche nell'ambiente educativo, dall'istruzione di base all'istruzione universitaria.

L'indisciplina, il disprezzo costante dell'autorità, i crimini d'odio nel campus, i comportamenti abusivi, le insistenze frequenti e, in misura minore, il cattivo rendimento scolastico, sono cause di espulsione dalla comunità educativa, che può essere parziale o totale a seconda della gravità della questione .

Esempio: "Per disciplinare lo studente, il preside della scuola ha deciso di espellerlo da scuola per tre giorni".

Espulsione nella scienza

Si può parlare di espulsione anche in relazione a oggetti o corpi in campo scientifico. Esempi dell'uso del termine espulsione nella scienza:

  • "La rapida espulsione dei gas è ciò che mobilita il razzo" (Fisica).
  • "Il secondo periodo di travaglio culmina con l'espulsione totale del feto" (Medicina).
  • "Un'espulsione è una piccola cavità generalmente conica in una superficie orizzontale di calcestruzzo che si verifica dopo che una particella di aggregato (o aggregato) vicino alla superficie si è espansa o fratturata". NMRCA: Calcestruzzo in pratica.

Tags.:  Generale Tecnologia-E-Innovazione Scienza