Significato di Meglio tardi che mai

Cosa è meglio tardi che mai:

"Meglio tardi che mai" è un detto popolare usato per sottolineare l'importanza di fare le cose, anche se in ritardo, rispetto a non farle mai.

L'origine dell'espressione è attribuita all'antico filosofo Diogenes de Sínope, detto "il cinico", il quale, interrogato sulla caparbietà dell'apprendimento della teoria musicale in età avanzata, rispose che "meglio tardi che mai".

La frase, in questo senso, stabilisce un confronto valutativo tra la possibilità di fare o dire qualcosa in ritardo rispetto a quanto previsto o atteso, e quella di non fare o dire nulla. Quindi, secondo questo detto, sarà sempre preferibile l'ipotesi di fare le cose in ritardo.

In quanto tale, è un'espressione molto usata. Può essere applicato a varie situazioni. Ad esempio, quello di un'anziana che, nonostante l'età, decide di acquisire competenze informatiche; quella di un uomo che si sistema e formalizza una casa in ritardo, o quella di qualcuno che ha dimenticato di congratularsi con un amico per il suo compleanno e lo fa il giorno dopo, ecc. In questo senso, "meglio tardi che mai" può fungere da giustificazione, scusa o scusa.

Allo stesso modo, questa espressione può essere associata ad altri detti, come, ad esempio, "bene le maniche (doni) dopo Pasqua", o "meglio imparare quando si è vecchi che morire sciocchi", che alludono proprio a l'idea che qualcosa venga dopo il momento previsto.

Il detto contrario o contrario sarebbe, da parte sua, "non lasciare a domani quello che puoi fare oggi", che rimanda, piuttosto, all'idea di fare le cose presto, non di ritardarle.

In inglese, nel frattempo, "meglio tardi che mai" può essere tradotto come "meglio tardi che mai", la cui traduzione letterale sarebbe "meglio tardi che mai".

Tags.:  Scienza Generale Religione-And-Spiritualità