Significato di miscele omogenee

Cosa sono le miscele omogenee:

Una miscela omogenea è la combinazione di 2 o più elementi o sostanze non identificabili (che possono verificarsi in qualsiasi stato della materia) all'interno della soluzione.

Le miscele omogenee sono caratterizzate dall'essere uniformi, cioè gli elementi che le compongono non sono distinguibili ad occhio nudo.

La vita è possibile solo grazie alle mescolanze, omogenee ed eterogenee, della natura.

L'aria, ad esempio, è una delle miscele omogenee essenziali per la vita, i cui componenti non possono essere separati o percepiti come elementi separati.

L'aria è una miscela omogenea di gas composta principalmente da azoto (N2), ma contiene anche ossigeno (O2), anidride carbonica (CO2) e altri elementi come argon (Ar) e kripton (Kr).

Miscele omogenee in chimica

In chimica, le miscele omogenee sono anche chiamate soluzioni. I componenti delle soluzioni sono chiamati soluto e solvente. Il soluto è ciò che si dissolve o l'elemento con la quantità minore e il solvente è quello che generalmente si trova in maggiore quantità.

Oltre a identificare miscele omogenee come soluzioni, le tecniche di separazione degli elementi nella miscela differiscono da quelle utilizzate per le miscele eterogenee.

I metodi di separazione in miscele omogenee sono i seguenti:

  • Estrazione - si basa sulla polarità, come l'uso di cloroformi e alcoli per estrarre liquidi.
  • Cromatografia: utilizzo di interazioni tra soluti suddivisi in fase mobile e fase stazionaria come, ad esempio, le prime estrazioni di clorofilla che identificano per la prima volta i diversi tipi di clorofilla.
  • Cristallizzazione: si basa sul controllo della temperatura, della pressione o della solubilità in solventi freddi o caldi, come, ad esempio, i processi per ottenere zucchero di canna o zucchero bianco.
  • Evaporazione: nell'ottenere il sale marino in modo artigianale, ad esempio, questo processo viene utilizzato per separare il sale dall'acqua tramite evaporazione.
  • Distillazione: separa 2 o più liquidi che hanno punti di ebollizione diversi, come la distillazione di mezcal, uva e canna da zucchero per estrarre l'alcol dalla pianta.

Vedi anche Soluzione chimica.

Miscele omogenee ed eterogenee

Le miscele omogenee differiscono da quelle eterogenee per avere componenti che non possono essere differenziati.

In chimica, le miscele omogenee sono chiamate soluzioni e i loro componenti chiamati soluto (minore quantità) e solvente (maggiore quantità). Nelle miscele eterogenee, invece, è possibile distinguere gli elementi che la compongono.

Entrambe le miscele corrispondono ai 2 tipi di classificazione delle miscele chimiche e ciascuna di esse ha proprietà e caratteristiche diverse, come si può vedere, ad esempio, nelle tecniche di separazione dei loro componenti.

Tags.:  Scienza Generale Detti E Proverbi