Significato dei non metalli

Cosa sono i non metalli:

I non metalli sono gli elementi chimici presenti sul lato destro della tavola periodica (tranne l'idrogeno), caratterizzati dall'essere cattivi conduttori di calore ed elettricità.

Tra gli elementi non metallici ci sono idrogeno (H), azoto (N), carbonio (C), zolfo (S), fosforo (P), selenio Se, gas nobili e alogeni. Questi ultimi due gruppi hanno le loro caratteristiche.

Proprietà fisiche e chimiche dei non metalli

Nella stragrande maggioranza dei casi, gli elementi non metallici hanno caratteristiche comuni:

  • Non si corrodono.
  • La maggior parte sono molto fragili. Si rompono facilmente.
  • A temperatura ambiente possono essere liquidi, solidi o gassosi.
  • In generale, i suoi punti di fusione sono inferiori a quelli degli elementi metallici.
  • Mancano di brillantezza in quanto non riflettono la luce.
  • Si trovano nella crosta terrestre e nell'atmosfera.
  • I gusci esterni (gusci di valenza) hanno quattro o più elettroni. Questi elettroni, essendo nello strato energetico più alto dell'atomo, sono responsabili dell'interazione tra gli atomi.
  • Mancano di malleabilità e duttilità.
  • Quando si ionizzano, acquisiscono una carica negativa.
  • Quando si combinano con l'ossigeno, formano ossidi non metallici, chiamati anche anidridi.
  • In natura si trovano formando molecole biatomiche, ad esempio ossigeno (O₂), azoto (N₂) e idrogeno (H₂).

Non metalli importanti per la vita

Questi elementi non metallici sono fondamentali nei processi organici che hanno dato origine alla vita sulla Terra.

Ossigeno (O)

È un gas incolore, inodore e insapore, essenziale per la formazione della vita e per l'esecuzione dei processi biologici legati all'ottenimento di energia.

Idrogeno (H)

È un gas inodore, incolore e solubile in acqua. Infatti, la sua elevata solubilità lo rende un elemento indispensabile nell'industria metallurgica, dove viene utilizzato per decomporre elementi metallici. È l'elemento chimico più abbondante nell'universo, infatti fa parte del 75% di tutta la materia visibile.

Selenio (Se)

È un micronutriente vitale per la maggior parte delle forme di vita. Ha la qualità di aumentare la sua conduttività elettrica se esposto alla luce ed è solubile solo in etere e solfuro di carbonio.

Carbonio (C)

Di per sé, il carbonio è un non metallo essenziale per la vita. I composti organici e la chimica organica si basano su strutture costituite principalmente da carbonio. Il carbonio ha la particolarità di potersi combinare con quattro elementi diversi contemporaneamente e formare così legami singoli, doppi o tripli. Con l'ossigeno può formare anidride carbonica, che è la molecola precursore dei composti organici nella fotosintesi.

Azoto (N)

È un gas che costituisce quasi l'80% dell'aria, da qui la sua rilevanza. Inoltre, fa parte di altri composti organici, come l'ossido di azoto (N₂O), l'ossido nitrico (NO), il biossido di azoto (NO₂), tra gli altri. Nel mondo industriale, l'azoto viene utilizzato per ottenere l'ammoniaca, che è la base per la produzione di fertilizzanti e ossido nitrico.

Fosforo (P)

È presente nell'acido desossiribonucleico (DNA), responsabile delle istruzioni genetiche di tutti gli esseri viventi, e nell'acido ribonucleico (RNA), responsabile della sintesi proteica. È un elemento essenziale per il trasporto e lo stoccaggio di energia nelle cellule.

Tags.:  Religione-And-Spiritualità Generale Detti E Proverbi