Significato di Nutrizione Eterotrofica

Cos'è la nutrizione eterotrofa:

La nutrizione eterotrofa è quella svolta da tutti gli esseri viventi che hanno bisogno di nutrirsi di altri esseri o organismi, in cui le sostanze organiche si trasformano in nutrienti ed energia necessari per vivere.

Coloro che portano una nutrizione eterotrofa sono esseri viventi e organismi come umani, animali, protozoi, funghi e batteri vari.

Gli esseri eterotrofi sono molto più abbondanti degli organismi autotrofi, che sono quelli che producono i propri nutrienti da sostanze inorganiche.

Tuttavia, gli esseri eterotrofi non hanno la capacità di trasformare la materia inorganica in organica, quindi dipendono da elementi organici sintetizzati da altri organismi.

La nutrizione eterotrofa si verifica quando gli esseri eterotrofi consumano cibo che viene digerito e assimilato dalle cellule del corpo che sono responsabili dell'assorbimento della materia organica, che viene convertita in nutrienti, vitamine, minerali ed energia, quest'ultima ottenuta da proteine, lipidi e carboidrati.

Tipi di nutrizione eterotrofa

Esistono diversi tipi di nutrizione eterotrofa a seconda di come si ottiene il cibo.

  • Nutrizione olozoica: si riferisce agli animali che mangiano tutto il loro cibo. Questa nutrizione si verifica in particolare in quegli animali, come l'uomo, che hanno un apparato digerente specializzato che consente l'assunzione di cibi solidi che attraversano un processo di ingestione, digestione e assorbimento dei nutrienti.
  • Nutrizione saprotrofica: si riferisce agli organismi che si nutrono di materia organica in decomposizione o detriti organici senza vita, ad esempio batteri, larve, funghi, muffe o lieviti. Questo tipo di alimentazione è importante perché consente il riciclo della materia organica da piante e animali.
  • Nutrizione parassitaria: è anche conosciuta come parassitismo. Questo tipo di nutrizione eterotrofa è tipico degli organismi che si nutrono di altri esseri viventi senza ucciderli, ad esempio vermi, pidocchi, zecche, tra gli altri.

Vedi anche Nutrizione.

Fasi della nutrizione eterotrofa

Di seguito sono riportate le fasi in cui si verifica la nutrizione eterotrofa.

  • Cattura: si verifica quando le cellule catturano particelle di cibo attraverso vortici creati da ciglia o flagelli, o generando pseudopodi, per circondare il cibo.
  • Ingestione: la cellula introduce il cibo in un vacuolo o fagosoma. Tuttavia, alcune cellule ciliate hanno un citostoma in grado di inghiottire il cibo.
  • Digestione: in questo processo i lisosomi diffondono i loro enzimi digestivi nel fagosoma, che trasformerà nel vacuolo digestivo. In altre parole, la materia che viene ingerita si trasforma in sostanze più semplici, molecole o nutrienti che l'organismo può assorbire e, a sua volta, che possono essere utilizzati dalle cellule.
  • Assorbimento: processo in cui i nutrienti passano nelle cellule e circolano tra di loro per assorbire i nutrienti necessari per il corpo.
  • Metabolismo: fase in cui avvengono le trasformazioni chimiche nelle cellule e, che permette di svolgere diverse funzioni vitali come la riproduzione, la crescita o le risposte agli stimoli.
  • Escrezione: fase in cui vengono eliminati i resti dei prodotti generati durante il metabolismo e che non possono essere utilizzati, come l'ammoniaca o l'anidride carbonica.

Vedi Digestione.

Nutrizione autotrofica

La nutrizione autotrofica si riferisce agli organismi che hanno la capacità di produrre il proprio cibo da sostanze inorganiche che trasformano in organiche, attraverso vari processi chimici. In generale, gli organismi autotrofi generano il loro cibo utilizzando l'energia della luce o reazioni chimiche.

Tags.:  Generale Detti E Proverbi Religione-And-Spiritualità