Significato del paradigma cognitivo

Cos'è il paradigma cognitivo:

Il paradigma cognitivo è definito come un insieme di principi teorici e programmi di ricerca relativi al funzionamento della mente in generale e all'acquisizione della conoscenza in particolare.

Il paradigma cognitivo emerge come una critica al paradigma comportamentista, prendendo in considerazione i mutamenti storici del dopoguerra rispetto ai cambiamenti che l'ingresso dell'informatica genera nell'area della comunicazione e, di conseguenza, nella conoscenza processi.

Conosciuto anche come parte integrante della scienza cognitiva, comprende un insieme di teorie che cercano di studiare la rappresentazione mentale dei processi di conoscenza in relazione all'apprendimento e ai comportamenti umani per la risoluzione dei problemi.

È inquadrato all'interno del razionalismo tenendo conto della ragione come fonte di tutta la conoscenza.

Il cognitivismo si è sviluppato dall'inizio del ventesimo secolo e si concentra principalmente sull'istruzione e sull'apprendimento significativo. È all'interno dell'area della scienza cognitiva che si basa sull'analogia funzionale tra la mente umana e le forme di elaborazione informatica. L'analogia è funzionale, ma non strutturale, poiché confronta sistemi di elaborazione delle informazioni della stessa classe mediante elaborazione di simboli.

Vedi anche Analogia.

Questo approccio comprende le abilità linguistiche, la teoria dell'informazione e l'informatica così come altri paradigmi del dopoguerra, come il paradigma socioculturale.

Vedi anche Paradigma socioculturale.

In psicologia, il cognitivismo, o anche chiamato psicologia cognitiva, studia la complessità dei processi di apprendimento superiore in relazione alla formazione dei concetti e alla risoluzione dei problemi.

Il sistema cognitivo, sia animato che artificiale, è costituito dai seguenti elementi: recettori, sistema motorio e processi cognitivi.

In questo senso, i processi cognitivi sono quelli che interpretano e identificano le informazioni inviate dai destinatari, controllano le azioni sugli esecutori, guidano la distribuzione delle risorse cognitive come la memoria di azioni ed esperienze.

Vedi anche cognitivismo.

Paradigma cognitivo in psicologia

Il pensatore svizzero Jean Piaget (1896-1980) introduce concetti di accomodamento e assimilazione della conoscenza attraverso motivazioni interne. Nella sua teoria psicogenetica, afferma che l'interpretazione genetica del bambino è l'unico modo per comprendere l'intelligenza e le sue operazioni logiche, consegnando le nozioni di spazio-tempo, percezione, costanza e illusioni geometriche.

A sua volta, Piaget definisce nel suo paradigma cognitivo quattro fasi nello sviluppo della costruzione della conoscenza umana dall'infanzia all'età adulta.

Guarda anche:

  • Le fasi di sviluppo di Piaget.
  • Cognitivo e cognitivo.

D'altra parte, lo psicologo americano Jerome Bruner (1915-2016) introduce nella sua teoria didattica che l'apprendimento si basa sull'elaborazione attiva dell'informazione secondo la sua organizzazione individuale. Definire tre modelli mentali: attivante, iconico e simbolico.

Lo psicologo americano David Ausubel (1918-2008) postula nella sua teoria dell'apprendimento significativo il concetto di insegnamento didattico per raggiungere l'apprendimento. Affronta i concetti di apprendimento significativo e apprendimento automatico.

L'apprendimento significativo utilizza informazioni preesistenti nell'individuo per connettersi con la struttura cognitiva di ogni studente.

D'altra parte, l'apprendimento automatico funge da modo complementare o simultaneo che incorpora nuove conoscenze in modo ripetitivo o meccanico.

La terapia cognitivo comportamentale (CBT) è una forma di terapia che comprende i principi e le tecniche della teoria dell'apprendimento. Sottolinea l'importanza dei processi cognitivi nello sviluppo, nel mantenimento e nella modificazione del comportamento. Questo tipo di terapia insegna al soggetto ad affrontare le proprie difficoltà per avere un maggiore controllo della propria vita.

Paradigma cognitivo in educazione

In psicologia dell'educazione o psicopedagogia, il paradigma cognitivo valuta la competenza cognitiva dello studente ad apprendere e risolvere problemi.

Vedi anche Psicopedagogia.

Per la definizione della competenza cognitiva dello studente, al fine di creare la strategia più appropriata per l'apprendimento e la risoluzione dei problemi, dovrebbero essere valutati i seguenti punti:

  • Processi di apprendimento di base (processi di attenzione, percezione, codifica, memoria e recupero delle informazioni).
  • Base di conoscenza (abilità, abilità, concetti, conoscenze pregresse).
  • Stili cognitivi e attribuzioni (modi di apprendimento).
  • Conoscenze strategiche (strategie generali e specifiche apprese).
  • Conoscenza metacognitiva (conoscenza attraverso esperienze e processi cognitivi personali).

Tipi di insegnamento del paradigma cognitivo

Per questo, lo psicologo David Ausubel definisce due tipi di apprendimento: l'apprendimento ripetitivo o meccanico (elaborazione superficiale o meccanica) come fase iniziale o di rinforzo e l'apprendimento significativo (elaborazione profonda) come il modo in cui nuove informazioni da una forma sostanziale.

Tags.:  Espressioni-In-Inglesi Detti E Proverbi Generale