Parti del fiore

I fiori sono una parte fondamentale e specializzata delle piante, questo perché sono responsabili dello svolgimento della loro riproduzione sessuale, da cui nascono i semi che daranno vita alle prossime piante della stessa specie e così via.

Si caratterizzano per essere un fusto dalla crescita determinata, le cui foglie sono preposte alla riproduzione dei gameti. I fiori più specializzati hanno un breve periodo di crescita.

La maggior parte delle piante produce fiori e sono chiamate spermatofite. Questi spermatofiti si differenziano in due gruppi:

  • Gimnosperme: piante che hanno fiori che si raccolgono in foglie riproduttive o fertili note come strobili.
  • Angiosperme: sono piante che hanno un fiore tipico che può riprodurre anche frutti con semi. Sono le piante più avanzate e predominanti sulla Terra.

Ora i fiori hanno una struttura delicata che inizia nel fusto della pianta e da lì si sviluppano le altre parti. Sebbene esistano migliaia di specie di fiori, tutti condividono parti essenziali per la loro crescita, impollinazione e riproduzione.

Peduncolo

Il peduncolo è l'ultima parte del fusto che sostiene il fiore, che si allarga o si dilata alla sua estremità dando forma al ricettacolo, è dove si inseriscono le foglie modificate e specializzate dei fiori preposte alla loro riproduzione.

Presa

Il ricettacolo o asse floreale è la parte che segue il peduncolo, poiché è il suo allargamento e dove si depositano le foglie del fiore e il resto delle sue parti.

Perianzio

L'involucro floreale è chiamato perianzio, cioè le foglie che proteggono e circondano gli organi riproduttivi del fiore. Nel perianzio si trovano le spire sterili del fiore: il calice e la corolla. In questo modo protegge gli organi riproduttivi dei fiori nel loro processo di sviluppo.

Una volta completata questa fase, il perianzio assume un colore sorprendente per attirare gli animali impollinatori.

  • Calice: è una struttura composta da sepali, che sono simili alle foglie e di colore verde. La sua funzione è quella di proteggere e sostenere i petali del fiore quando è ancora un bocciolo.
  • Corolla: è la parte composta dai petali o antofili colorati e appariscenti del fiore per attirare gli animali impollinatori. La corolla dà forma al fiore e si genera dopo i sepali.

Carpelo

Il carpello costituisce la parte riproduttiva femminile del fiore. L'insieme dei carpelli forma il gineceo, che può contenere uno o più pistilli.

Pistillo

Pistillo si riferisce alle unità dell'organo femminile del fiore che contiene lo stilo, lo stigma e le ovaie, che insieme compongono il carpello.

gineceo

Gyneceous è il sistema riproduttivo femminile del fiore. È formato da una o più foglie verdi o carpelli uniti o separati tramite un pistillo, sui quali vengono prodotti gli ovuli che contengono i gameti femminili. Il gineceo è composto dai seguenti elementi:

  • Stile: struttura cilindrica e tubolare che serve per immagazzinare e condurre il polline.
  • Stigma: è la parte superiore del pistillo. La sua funzione è quella di rendere il nettare appiccicoso necessario per il polline.
  • Ovaio: si trova nella zona inferiore del pistillo formato da una o più foglie carpelari. Contiene gli ovuli che verranno fecondati dal polline maschile.

Androceo

I gameti maschili del fiore, che sono composti dalle seguenti parti, sono chiamati androceo:

  • Stame: è l'organo maschile che si sviluppa nei fiori e dove viene prodotto il polline.
  • Antera: parte terminale dello stame del fiore, luogo in cui avviene la produzione del polline.
  • Filamento: è la parte che sostiene l'antera, è anche la parte sterile dello stame. Può variare in dimensioni e forma a seconda del tipo di fiore.
  • Teak: è dove si trovano i grani di polline.

petali

I petali variano in base al tipo di fiore e ai suoi colori, che oltre ad attirare gli animali impollinatori, attirano anche gli occhi delle persone.

Tags.:  Scienza Generale Espressioni-Popolari.