Significato di Prisma

Cos'è il prisma:

Il prisma è un punto di vista o una prospettiva. In matematica, il prisma è una figura geometrica solida con facce piatte e una base poligonale senza curve.

I prismi, come figura, sono composti da sei elementi:

  • Base (B): formata da due poligoni.
  • Facce (F): parallelogrammi laterali e basi, si contano tutte le superfici piane.
  • Altezza (h): la distanza tra le basi.
  • Vertici (V): sono gli angoli o i punti in cui le facce si incontrano.
  • Bordi (E): sono i lati di ciascuna faccia o i segmenti di faccia che si intersecano.

Vedi anche Poligono.

Il prisma è un poliedro caratterizzato dall'avere diverse facce piane. Per identificare se una figura è un poliedro o meno, il risultato della seguente formula deve dare 2: aggiungere il numero di facce (F) più il numero di vertici (V) meno il numero di spigoli (E). Questa è la formula di Eulero o formula poliedrica:

Classificazione dei prismi

I prismi sono classificati in base alle caratteristiche speciali delle loro basi.

Numero di lati delle basi dei prismi

Il numero di lati di un prisma determinerà il nome del prisma. Ad esempio:

  • Un prisma triangolare è uno che ha una base a tre lati o un triangolo come base.
  • Un prisma rettangolare è uno che ha come base una base a quattro lati o un rettangolo.
  • Un prisma pentagonale è uno che ha una base a cinque lati o un pentagono come base.

Si hanno così prismi esagonali, ettagonali, ottagonali, ecc.

Prismi a base regolare o irregolare

Questa classificazione determina una base regolare quando tutti i suoi lati sono di uguale lunghezza e sono circoscritti ad una circonferenza. In caso contrario, è considerata una base irregolare.

Prismi diritti o obliqui

Un prisma retto è quello la cui base è perpendicolare agli assi dei poligoni piani che compongono le facce del prisma. Un prisma obliquo ha gli assi dei poligoni, che costituiscono le facce, uniti da una linea obliqua alla sua base.

Prismi convessi e concavi

I prismi convessi hanno basi che sono poligoni convessi, cioè hanno lati che tendono verso l'esterno. I prismi concavi, d'altra parte, hanno basi poligonali concave che si curvano verso l'interno.

prisma di Newton

Nel campo dell'ottica, il prisma di Newton era lo strumento utilizzato da Isaac Newton (1643-1727) per studiare la natura della luce.

Lo scienziato ha utilizzato un prisma triangolare dove, attraverso la rifrazione della luce bianca, la luce è stata scomposta nei colori dell'arcobaleno.

Vedi anche Arcobaleno.

Questo fenomeno è stato alla base del suo lavoro Ottica, pubblicata nel 1704, che definiva i diversi colori generati dal grado di separazione della luce in funzione della lunghezza d'onda di ciascun colore. È stato anche in grado di verificare, utilizzando due prismi, che la luce bianca è una miscela di tutti i colori.

Tags.:  Religione-And-Spiritualità Generale Espressioni-Popolari.