Significato di Rivoluzione Verde

Cos'è la rivoluzione verde:

La rivoluzione verde è stata una trasformazione agricola avvenuta tra il 1960 e il 1980, basata sull'aumento accelerato della produzione alimentare, basata sull'incrocio selettivo delle specie e sull'uso di fertilizzanti, pesticidi e nuove tecniche di irrigazione.

La sua novità consisteva nell'aumentare la produzione alimentare del campo senza la necessità di ampliare i terreni coltivati, ma stimolando al massimo le prestazioni delle aree già sfruttate. In tal modo sono stati aiutati i paesi colpiti dalle carestie.

Gli alimenti chiave per lo sviluppo di questa rivoluzione furono i cereali, in particolare riso, mais e frumento. L'incrocio di diversi tipi di queste specie ha permesso lo sviluppo di ceppi più forti e redditizi. Aggiunto all'uso di fertilizzanti e pesticidi, la produzione è aumentata notevolmente.

Origine della rivoluzione verde

La rivoluzione verde mirava a risolvere il problema della produzione insufficiente nelle campagne in risposta alla crescita vertiginosa della popolazione nel XX secolo. A quei tempi, quella era una delle cause della fame e della morte per malnutrizione.

Fu Norman Ernest Borlaug, agronomo originario degli Stati Uniti d'America, a promuovere questa rivoluzione grazie al sostegno di diverse organizzazioni agricole a livello internazionale.

Dal 1943, Borlaug è stato coinvolto nella ricerca agricola a Sonora, in Messico. Il suo lavoro aveva avuto molto successo e aveva attirato l'attenzione dell'India, che lo aveva invitato come consigliere per trovare una soluzione alla carestia. A poco a poco il progetto è cresciuto in diversi paesi.

Critiche alla rivoluzione verde

Tuttavia, sebbene il problema della carestia sia stato risolto, il problema della malnutrizione è continuato. In effetti, i nuovi ceppi di questi cereali hanno mostrato di produrre di più, ma le loro qualità nutrizionali erano inferiori ai ceppi originali.

A ciò si aggiunge l'impatto ambientale della rivoluzione verde, conseguenza dell'uso di trattori a carburante, della costruzione di dighe e sistemi di irrigazione, dell'elevato consumo energetico e dell'uso di sostanze chimiche inquinanti, tra gli altri.

Attualmente, il problema della fame nel mondo non è legato alla capacità produttiva delle campagne, ma alla catena di distribuzione del cibo e ai suoi costi. Per molti settori della società, il cibo è fuori dalla loro portata economica.

Tags.:  Generale Espressioni-In-Inglesi Tecnologia-E-Innovazione