Significato della teoria cellulare

Cos'è la teoria cellulare:

La teoria cellulare postula che tutti gli organismi siano costituiti da cellule, che la cellula sia l'unità di base della vita e che tutte le cellule provengano da altre cellule.

I postulati della teoria cellulare furono possibili solo grazie all'invenzione del microscopio da parte del mercante olandese Zacharias Janssen nel 1590. Questa innovazione fu modificata dallo scienziato inglese Robert Hooke, creando nel 1665 il microscopio che gli permise di osservare le prime cellule.

Robert Hooke (1635-1703) ha coniato il termine "cellula" definendolo come unità di base degli organismi, giungendo a tale conclusione osservando solo i tessuti morti, come un tappo di sughero.

Alcuni anni dopo, il mercante olandese Anthony van Leeuwenhoek (1632-1723) migliorò il telescopio di Hooke e osservò per la prima volta le cellule viventi, identificando i microrganismi. A causa di questa scoperta, lo conosciamo come il "padre della microbiologia".

I fondamenti della teoria cellulare sono definiti 200 anni dopo l'osservazione delle prime cellule. I primi 2 postulati della teoria cellulare di Theodor Schwann e Matthias J. Scheiden affermano rispettivamente:

  1. La cellula è l'unità base della vita
  2. Tutta la vita è fatta di cellule

Postulati della teoria cellulare

La moderna teoria cellulare pone le sue basi sui 2 postulati iniziali del biologo prussiano Theodor Schwann (1810-1882) e del botanico tedesco Matthias J. Scheiden (1804-1881) durante gli anni '30 dell'Ottocento:

Primo postulato

La cellula è l'unità base della vita

Questo primo postulato di Theodor Schwann inizia con i fondamenti di quella che conosciamo come teoria cellulare. Ciò significa che la cellula è un'unità strutturale, cioè che tutti gli organismi sono costituiti da cellule, la struttura base della vita.

Secondo postulato

Tutta la vita è fatta di cellule

Il secondo postulato definito dal botanico Matthias Schleiden, parla della cellula come unità funzionale degli organismi poiché contengono tutti i processi vitali e indispensabili per la vita.

In questo senso, la moderna teoria cellulare definisce la cellula come un'unità riproduttiva, grazie alla sua capacità di generare altre cellule attraverso divisioni cellulari come la mitosi e la meiosi.

Terzo postulato

Tutte le cellule provengono da altre cellule

Questo postulato indica che ogni cellula ha origine dalla divisione di un'altra cellula e quindi contiene al proprio interno le necessarie informazioni genetiche. Ecco perché la cellula è anche riconosciuta come unità ereditaria.

Questo postulato è di Robert Remak (1815-1865) ma fu erroneamente attribuito a Rudolf Virchow, poi noto per aver plagiato gli studi sulle cellule.

Importanza della teoria cellulare

I 3 postulati di base della teoria cellulare sono nati tra il 1830 e il 1855, epoca in cui c'era ancora una divisione nella comunità scientifica sull'origine della vita. Da una parte c'erano gli abiogenisti, che credevano nella generazione spontanea, e dall'altra i biogenisti, che sostenevano che la vita potesse nascere solo da un'altra vita preesistente. Quest'ultimo gruppo si formò quando Anthony van Leeuwenhoek scoprì i microrganismi nel 1668, ma la teoria della biogenesi sarebbe stata convalidata dalla comunità scientifica solo nel 1887.

Tutti i postulati della teoria cellulare indicano la cellula come unità di origine, essendo l'unità di base della vita, l'unica unità dalla quale possono nascerne altre e necessariamente a partire da una preesistente.

Oggi sono state studiate molecole autoreplicanti all'interno dei nostri organismi che potrebbero essere esistite nell'universo prima che si formassero le prime cellule. Ci sono ancora molte teorie che devono essere studiate ed è per questo che è importante che la teoria cellulare continui con le sue indagini e osservazioni.

Tags.:  Scienza Espressioni-Popolari. Tecnologia-E-Innovazione