Significato dei valori estetici

Cosa sono i valori estetici:

I valori estetici sono virtù che si distinguono da una persona, un animale, un'opera d'arte, una moda, un oggetto, un paesaggio, un evento, tra gli altri, e che generano reazioni o apprezzamenti positivi o negativi.

Come tipo di valore, i valori estetici sono criteri positivi e riferimenti generalmente condivisi da un gruppo, che definiscono una persona, una cosa o un'azione. D'altra parte, l'estetica si riferisce alla percezione dei sensi e alla filosofia di ciò che è considerato bello.

Di conseguenza, i valori estetici sono anche il risultato di valutazioni o giudizi di valore espressi dalle persone, basati su un insieme di riflessioni filosofiche, estetiche ed etiche su ciò che considerano bello o meno.

Soggettività dei valori estetici

I valori estetici dipendono in larga misura dalla percezione che gli individui hanno di qualcosa di specifico. Cioè, ciò che vent'anni fa era considerato esteticamente bello o sgradevole potrebbe non esserlo oggi.

Le persone evidenziano i valori estetici in base alla loro scala di valori personale, a ciò che considerano armonioso e ai giudizi di valutazione estetica che danno.

Pertanto, generare una critica positiva o negativa su qualcuno o qualcosa significa dare un'opinione strettamente personale che può essere accettata o meno dagli altri.

I valori estetici sono quelli che consentono di esprimere le sensazioni di simpatia, ammirazione o dispiacere che si generano quando si apprezza un lavoro, uno sport, una persona, un oggetto, un animale, tra gli altri.

Per questo motivo i significati dei valori estetici possono essere assunti come positivi o negativi a seconda di chi realizza il look.

Ad esempio, quando un musicista ascolta la melodia di una canzone e la valuta esteticamente come armoniosa ed equilibrata, ma per un'altra persona non ha alcun senso speciale.

Quindi, i valori estetici sono un caso di studio accademico e persino commerciale, perché le accettazioni positive o negative possono anche generare guadagni o perdite economiche.

Principali valori estetici

I valori estetici sono molti, tra cui la bellezza, il sublime, il grande, la delicatezza, l'armonioso, lo sgradevole, il delicato, l'elegante, l'orribile, il tragico, il ridicolo, il caos, il dramma, l'equilibrato , tra gli altri. Ecco i più importanti:

Bellezza

È ciò che è considerato esteticamente bello, ed era il tema centrale dei trattati filosofici sollevati da Platone e Aristotele. È legato a ciò che è piacevole per i sensi e le percezioni. Tuttavia, determinare ciò che è bello o meno è un compito difficile perché dipende dalle reazioni delle persone a qualcosa.

Bilancia

Si riferisce a ciò che è considerato esteticamente bello secondo ciò che è stabilito come armonico e simmetrico. Balance permette di equilibrare la percezione dell'estetica nei vari modi in cui si esprime.

Armonia

Si riferisce alla coniugazione di tutti gli elementi che fanno parte di qualcosa e che sono correttamente intrecciati, generando un risultato positivo.

Tragedia

È un termine ampiamente utilizzato in letteratura per classificare un tipo di testo. Il tragico si intreccia con il drammatico, da qui la sua particolarità di risvegliare diverse sensazioni nel lettore o nello spettatore.

A titolo di esempio, possiamo citare la tragedia greca come genere drammatico e l'uso di maschere con espressioni di tristezza, dolore o gioia.

orribilità

Qualcosa è giudicato orribile quando la sua percezione genera dispiacere, malcontento. L'orribile non è considerato bello.

I valori estetici nell'arte

I valori estetici definiscono i criteri di bellezza secondo il consenso filosofico, estetico ed etico. In questo senso, nell'apprezzamento delle opere d'arte, i valori estetici vengono utilizzati per esprimere un giudizio di valore positivo o negativo.

I valori estetici, quando si tratta di percezioni e riflessioni, trasmettono sentimenti. Ad esempio quando si apprezza una scultura umana e si genera stupore per il dettaglio e la delicatezza del lavoro svolto.

Lo stesso accade quando si osserva un tramonto e i sensi danno giudizi di bellezza valore per ciò che la natura rappresenta.

I valori estetici cambiano nel tempo perché l'estetica, esteriorizzata nelle forme, si adatta a tempi e società diverse.

Ciò è particolarmente evidente nell'arte, dove alcune opere perdono i loro valori estetici e altre rimangono nel tempo e sono apprezzate dalle generazioni future.

Valori estetici in filosofia

I valori estetici sono un tipo di valore studiato dall'estetica, una branca della filosofia, che teorizza e definisce le relazioni di percezione di ciò che è bello o meno. Socrate, Platone e Pitagora furono filosofi che scrissero trattati sull'estetica e sulla sua percezione.

In questa misura, i valori estetici condividono i principi etici e morali di altri valori, come i valori umani, i valori sociali o i valori culturali.

Tags.:  Detti E Proverbi Espressioni-Popolari. Generale