Significato del vicereame

Cos'è il vicereame:

Il vicereame si riferisce alla posizione o alla dignità che occupa un viceré o viceré, che è nominato da un re, al fine di governare in suo nome una porzione dei territori che gli appartengono e di cui non può essere direttamente responsabile, a causa della sua estensione o lontananza.

Il vicereame si consolidò come istituzione politica, sociale e amministrativa della Corona di Spagna.

I Re Cattolici hanno ritenuto necessario nominare vicereami quando la comunicazione e il trasferimento da un luogo all'altro erano per loro difficili. Pertanto, la nomina di un viceré era la soluzione affinché i loro territori fossero governati e amministrati da una persona di loro fiducia.

Di conseguenza, alla fine del XV secolo fu creato il primo vicereame con lo scopo di governare le vaste terre che i re cattolici possedevano ed avevano ereditato, e che venivano amministrate secondo i sistemi di governo dell'Europa.

In questo caso, il vicereame fu istituito al fine di generare un governo provinciale dell'impero che si occupasse degli affari interni dei suoi territori e, a sua volta, seguisse gli ordini e dipendesse dai re.

La Corona spagnola aveva diversi vicereami in America, tra cui il Vicereame delle Indie e Tierra Firme de la Mar Oceano (1492-1524), Vicereame della Nuova Spagna (1535-1821), Vicereame del Perù (1542-1824), Vicereame di Nueva Granada (esisteva in due fasi, la prima tra il 1717-1723 e la seconda tra il 1739-1819) e, infine, il Vicereame di Río de la Plata (1776-1811).

I re del Portogallo, intorno all'anno 1763, formarono anche un vicereame chiamato Vicereame del Brasile, che apparteneva al Regno Unito del Portogallo, al Brasile e all'Algarve, uno Stato governato dalla Casa di Braganza tra gli anni 1815 e 1822.

Allo stesso modo agirono i regni di Francia e Russia, costituendo vicereami per poter controllare i territori conquistati che, a causa delle loro distanze ed estensioni, i re non potevano direttamente vigilare e controllare.

Attualmente non esistono vicereami, quindi questo è un termine che viene utilizzato nello sviluppo degli studi storici per riferirsi a ciò che accadde durante il processo di colonizzazione in America e in altre parti del mondo.

Vicereame della Nuova Spagna

Il vicereame della Nuova Spagna esisteva tra il XVI e il XIX secolo, tra il 1535 e il 1821, e il primo viceré nominato fu Antonio de Mendoza y Pacheco.

La capitale di questo vicereame era Città del Messico, fondata sulla città indigena di Tenochtitlán, dopo essere stata rovesciata il 13 agosto 1521 da Hernán Cortés, insieme ai suoi uomini e alleati indigeni.

Il vicereame della Nuova Spagna era il più importante ed esteso che l'impero spagnolo avesse. Si è diffuso in gran parte del Nord America (Canada, Stati Uniti e Messico), America Centrale (Cuba, Guatemala, Porto Rico, Santo Domingo, Belize, Costa Rica, Honduras e Nicaragua), Asia e Oceania.

Essendo un vicereame così vasto, la sua organizzazione politica dovette essere adattata per mantenere il dominio dell'Impero spagnolo. Pertanto, il vicereame della Nuova Spagna fu diviso in regni e capitanerie generali. Queste suddivisioni erano gestite da un governatore e da un capitano generale.

Durante l'era coloniale, i conquistatori modificarono le usanze dei coloni indigeni e gli insegnamenti della Chiesa cattolica, furono instillate in loro varie usanze europee, una nuova lingua e altre manifestazioni culturali e artistiche, tra le altre.

Infine, c'era l'incrocio tra conquistatori e coloni autoctoni. C'era la combinazione di culture e tradizioni che definiscono i paesi dell'America Latina.

All'inizio del XIX secolo, il vicereame entrò in una crisi politica e sociale che a poco a poco stava incoraggiando la necessità dell'indipendenza del Messico, una lotta che iniziò Miguel Hidalgo y Costilla.

Il 27 settembre 1821, il movimento indipendentista messicano ottenne la vittoria dopo uno scontro armato e pose fine al vicereame della Nuova Spagna e al dominio della Corona spagnola.

Tags.:  Generale Tecnologia-E-Innovazione Detti E Proverbi